Come posizionare in modo corretto una sponda letto: spiegazione e istruzioni per l’uso

Cosa sapere nel momento dell’acquisto di una sponda letto?

Ci sono degli elementi che dobbiamo assolutamente considerare nel momento in cui vogliamo acquistare una sponda letto che faccia al nostro caso.

In primis bisogna avere informazioni sul peso del piccolo e capire anche quali siano le sue abitudini durante la notte, se spesso si muove bruscamente nella notte oppure no, ad esempio. Se invece la sponda letto è per un anziano o una persona disabile, dovremo in ogni caso preoccuparci di venire a conoscenza del peso effettivo.

L’età anche è elemento determinante per realizzare una scelta corretta, e ovviamente le dimensioni del letto sono molto importanti. Di solito la barriera ricopre tutta la lunghezza del letto.

Bisogna anche essere a conoscenza all’altezza della persona, e delle sue dimensioni.

Poi sta a noi decidere quale design ci attira di più e quali barriere siano migliori per materiali impiegati.

Per quanto riguarda i bambini, è consigliato di non optare per design  tristi, è bene che queste presentino delle fantasie carine e divertenti. Questo per evitare che il bimbo si senta bambino oppresso dalle barriere letto, e se queste sono accoglienti nell’estetica, il piccolo si sentirà al sicuro e sereno.

Inoltre consiglio vediamo accade con il marchio della Chicco, dei modelli che presentano delle tasche in cui possiamo inserire giochini, ed elementi divertenti e colorati, per distrarre il nostro piccolo e aiutarlo a dormire.

Prezzi: un focus

Il prezzo è senza dubbio un altro aspetto da tenere a mente, diciamo che esistono diverse fasce di prezzo. Se è giusto spendere poco o tanto sta al singolo utente, con le proprie possibilità ed esigenze.

C’è da dire però che  per barriere con struttura metallica o che sono a rete può essere sufficiente spendere 20 euro circa, o massimo 30 euro più o meno.

Aspetti di comodità

La sponda letto, dovrebbe inoltre essere sia reclinabile o flessibile, che universale, per rendere comodo il tutto.

Infatti quando sono flessibili, questo permette al bambino di abbassare la barriera per andare al bagno. Anche i genitori si sentiranno meno impacciati, in quanto potranno comodamente fare il letto al loro piccolo.

Infine l’universalità è un elemento molto richiesto, e che ci rende le cose molto più facili. Infatti questo significa che se la sponda si può adattare a qualsiasi tipo di materasso senza problemi e complicazioni.

Come si usa correttamente una sponda letto?

Una sponda per il letto, ha lo scopo di impedire alla persona che dorme nel letto di cadere da quest’ultimo. Come abbiamo visto per usare bene una sponda letto, e per far si che svolga bene il suo compito, è necessario avere alcune informazioni.

La cosa importante è prendere bene le misure del letto per esempio, e seguire sempre le istruzioni per fissarla bene. Meglio se la sponda è regolabile, e ribaltabile, proprio per i motivi spiegati precedentemente.

Barriere letto sia per anziani che per disabili

Non solamente i piccoli hanno bisogno di barriere sponde letto, che li proteggano durante la notte, evitando cadute spiacevoli. Parliamo delle persone invalide, o anziane, oppure di coloro che semplicemente dormono su un letto a castello.

Quando l’età procede, iniziano problematiche e pensieri, soprattutto per la questione sonno.

Purtroppo il numero di cadute in generale aumenta, e soprattutto quando la persona scende dal letto, in quanto i riflessi non sono più quelli di una volta . Esistono proprio barriere, che servono anche come appoggio per salire e scendere dal letto. A differenza di quelle per bambini, le quali solitamente ricoprono tutta la lunghezza del letto, questi modelli ne ricoprono solo una parte.

Di solito i materiali impiegati sono molto resistenti  e ben compatti, pronti a gestire pesi molto grandi e reggere urti involontari forti.

Ogni modello è comunque sia un mondo a se, varia spesso rispettivamente al peso della persona, alle misure e alla tipologia del letto. Ritroviamo come materiale di impiego nella costruzione di questi modelli di barriere letto un materiale metallico: l’acciaio.

Le aziende impiegate nella produzione di questa tipologia di barriere, hanno molta cura nel presentare sul mercato dei prodotti di qualità. Questi devono essere molto prestanti, e infatti il loro costo non è bassissimo, si parla di circa 50 euro. C’è da dire ad ogni modo, che ogni modello possiede poi diversi tipi di prezzo.

Un marchio che rappresenta una fonte di garanzia sulla qualità è Termigea, per questo è il marchio più acquistato.

Cosa c’è da sapere sulla struttura e la dimensione delle sponde letto

Ad oggi vediamo sul mercato diverse aziende, impegnate nella produzione di queste sponde letto. Abbiamo barriere sponde letto per bambini, con  marchi quali Chicco, Foppapedretti ad esempio.

Il valore forse più importante che determinata la scelta della corretta sponda letto, che vada bene con il letto, è la lunghezza del lettino o letto. Le struttura possono essere differenti, abbiamo ad esempio le sponde in legno e quelle in metallo, ma foderate di tessuto. Per i più piccoli è consigliata la sponda a rete, che inoltre potrebbe presentare dei cuscinetti morbidi che attutiscono l’urto.

In quale modo è possibile posizionare una sponda letto?

Prima di spiegare in quale modo è possibile posizionare una sponda letto, è importante sapere di quali elementi essa è costituita, essi sono i seguenti:

telaio rettangolare, il quale prevede angoli arrotondati, due piedini o una barra all’estremità inferiore del telaiodue cinghie in velcro o tessuto,

piedini o barriere, solitamente i primi sono pieghevoli e permettono in questo modo, in tutta comodità di togliere e mettere la sponda letto.

Generalmente il metodo per mettere le barriere letto è sempre lo stesso, queste vanno appoggiate sotto il materasso tramite i piedini o la barra e con il contrappeso il gioco è fatto. Ma ci sono anche altri metodi però, come quello che prevede dei ganci, un fissaggio ben saldo.

Mettere una sponda letto è molto intuitivo e al massimo ci possono essere delle piccole accortezze che possiamo prendere, una volta lette le istruzioni.

Cosa sapere sui materiali utilizzati

I materiali che vediamo impiegati in barriere o sponde per il letto sono diversi. Nella maggior parte dei casi i telai sono realizzati con materiali metallici, più precisamente in acciaio.

Questo materiali conferisce alla struttura complessiva una bella compattezza e resistenza, quindi diremo anche sicurezza. Il telaio è rivestito poi da tessuti di diverse tipologie, ma molto leggeri, come ad esempio il poliestere, che è quello che troviamo più frequentemente.

Le sponde del letto di alto livello, come abbiamo già accennato, prevedono dei morbidi bordi imbottiti, che servono a evitare che la il piccolo si faccia male involontariamente.

Le leve inoltre che troviamo, di solito sono costruite in plastica e al centro della barriera capita spesso di trovare una finestra in tessuto forato. Questa finestra ha la funzione di permettere al piccolo di respirare bene durante la notte, e di farsi vedere dai genitori.

Non sono importanti solo i materiali

Non è solo importante il materiale impiegato e saper mettere bene una barriera per il letto. Soprattutto quando si parla di bambini, è importante che le barriere letto abbiamo degli accessori. Possiamo optare per le tasche in tessuto, per carillon musicali, per disegni armonici e colorati sulle barriere per il letto.

I diversi tipi di fissaggio della barriera per il letto

I tipi di fissaggio della barriera letto sono solitamente facili e intuitivi.

Il metodo che viene usato di più, è quello che si chiama ad incastro e che prevede di posizionare i piedini tra il materasso e il telaio del letto.

In questo modo, accade che il peso del materasso stesso, tiene in piedi la barriera, in modo forte e saldo. Semplicemente si sfrutta il meccanismo del contrappeso.

Per coloro che desiderano una maggiore sicurezza, soprattutto nel caso di un peso della persona maggiore, allora le sponde letto possono essere fissate.

Parliamo di un fissaggio manuale, possibile attraverso competenze o conoscenze, e l’uso di elementi quali: perni, ganci, cinghie.

Il luogo corretto dove posizionare la barriera

La barriera va posizionata in modo che sia in grado di garantire una protezione sicura, sul lato lungo del lettino. Si comincia, considerando il punto in cui si trova il cuscino. In questo modo il piccolo potrà dormire serenamente, essendo protetto bene.

Inoltre c’è anche un altro aspetto positivo o vantaggioso: l’area all’altezza dei piedi rimane scoperta, così da consentire al bambino di scendere dal letto quando ne sente la necessità.

Studentessa universitaria di Filosofia, amante della scrittura, della lettura e di tutto ciò che attiene all’uomo nelle sue varie sfaccettature. Ha lavorato alla correzione di articoli a carattere culinario e scientifico, e all’editing di parte di un testo di natura filosofica.

Back to top
menu
spondebarriereletto.it