Quale sponda letto acquistare per un lettino? Articoli, consigli e info

La flessibilità della barriera, aspetto di reclinabilità

Meglio avere una barriera che sia meno fissa, che possa essere sorpassata quando necessario. Per esempio quando il bambino deve andare al bagno, o quando la mamma deve rifare in comodità il letto. Questo aspetto è molto ricercato infatti nelle barriere per i lettini per bambini.

Questo significa essere flessibile, in alcuni casi anche regolabile.

Quando diciamo che la barriera per il letto è reclinabile, questo significa che se  la barriera si può muovere, magari verso il basso, per permettere di sorpassarla. Sono quindi sconsigliate per i bambini delle barriere che sono fisse, e vengono saldate tramite ganci e cinghie.

le barriere letto non devono far percepire al piccolo di trovarsi in un luogo opprimente, e non devono ostacolare i normali movimenti o alcune necessità.

Le migliori marche: indice di qualità

Le marche migliori, che rappresentano una base sicura, fonte di garanzia e non solo, sono le seguenti:

  • Chicco,
  • Foppapedretti,
  • Safety.

Le prime due marche per quanto riguarda la cura del bambino, sono sempre state, e rimangono tutt’ora una base sicura per tutte le generazioni di bambini e genitori. Infatti questi marchi hanno una cura e un’attenzione molto precisa verso il prodotto e l’acquirente. Infatti cercano in tutti i modi di creare qualcosa di cui l’utente non può mai lamentarsi ed essere invece contento. Ovviamente quando andiamo a pagare i modelli di questi marchi, il prezzo è un po’ altino rispetto ai materiali che sono utilizzati. Ma ovviamente è il nome dell’azienda che si paga.

Anche il marchio Safety è amato da molti utenti, soprattutto per il fatto che i modelli che mette sul mercato, sono spesso universali e molto resistenti. Inoltre reclinabili. Tutte queste caratteristiche rendono molto versatile questo marchio nella produzione dei suoi modelli.

Un altro aspetto importante risiede nell’estetica della barriera, soprattutto quando si ha a che vedere con i bimbi. Meglio che non sia triste il design, ma accogliente, con colori vivaci e caldi, e disegni che mettono a proprio agio il bambino.

Anche per quanto riguarda le sponde letto per anziani o invalidi, il marchio Safety presenta un incredibile rapporto qualità-prezzo.

Infatti esistono dei modelli molto buoni.

Anche la Foppapedretti, c’è da dire che per invalidi e anziani ha proposte molto buone, vale la pena sbirciare.

Un marchio che ha riscontrato molto successo in questo campo però Termigea. Questo è molto amato ed è ben recensito sul web, sempre. Il costo per un modello di questo tipo si aggira solitamente intorno ai 45 euro circa.

Abitudini notturne del bambino

Anche le abitudini notturne del bambino,  possono aiutarci a capire quale sia la sponda letto migliore  in quel caso particolare.

Conoscendo come si comporta di notte, di conseguenza sceglieremo una certa sponda per il letto. Più o meno resistente, con una certa struttura, in legno o metallica rivestita in tessuto. Inoltre importante è che ci sia una finestrella o lo spazio adeguato per far respirare correttamente il piccolo. Se comunque sia il bambino ha delle notti molto movimentate e tende generalmente ad essere molto attivo, allora sicuramente andremo su modelli molto più resistenti.

Inoltre se il piccolo presenta difficoltà a dormire possiamo anche conciliare il sonno , attraverso l’uso di accessori presenti in una taschina gradevole. Questa è presentata da marchi famosi e all’interno possiamo inserire elementi come giochini colorati e pupazzetti preferiti. Possono essere utilizzati anche carillon musicali e il ciuccio. Esso può essere messo comodamente nella tasca per essere usato all’occorrenza.

Se invece il bambino dorme spesso in modo sereno e poco movimentato, allora possiamo scegliere delle barriere meno salde, non troppo compatte .

Esiste in assoluto il miglior materiale per sponde letto?

Non esiste un migliore materiale in termini assoluti, l’aggettivo migliore è usato solo in base alla particolare situazione. Infatti per invalidi o persone anziane sarebbe meglio usare dei materiali, quali acciaio, o leghe metalliche. Questi infatti prevedono una certa tenuta del peso, che una barriera in plastica non potrebbe sostenere ad esempio. Il legno sicuramente è un ottimo materiale, che non da problemi alla salute, e che può essere motivo di ornamento del letto. Ci sono legni molto costosi, come quello di ciliegio.

I materiali: cosa da sapere e considerare

I materiali che vediamo all’interno della produzione di barriere o sponde per il letto sono diversi. Nella maggior parte dei casi i telai sono realizzati con materiali metallici, più precisamente in acciaio.

Questo materiali conferisce alla struttura complessiva una salda compattezza e resistenza, quindi di conseguenza una certa sicurezza. Il telaio è rivestito poi da tessuti di diverse tipologie, come ad esempio il poliestere, che è quello che troviamo più frequentemente.

Le sponde del letto che appartengono ad una fascia di qualità, prevedono dei morbidi cuscinetti, che hanno lo scopo di evitare che il piccolo si faccia male involontariamente.

Le leve inoltre che possiamo trovare o i piedini, di solito sono formate da plastica e al centro della barriera capita spesso di trovare una finestra in tessuto forato. Di questa abbiamo già avuto modo di parlare, e la sua funzione è specifica.  Praticamente consente al bambino di respirare bene durante la notte, e di farsi vedere dai genitori.

Le diverse modalità di fissare le barriere letto

I tipi di fissaggio della barriera letto sono solitamente facili e intuitivi, ma ne esistono più di uno. Alcuni pretendono delle piccole competenze per un fissaggio più saldo, altri no come vedremo appena di seguito.

Il metodo che viene usato di più, è quello che si chiama ad incastro. Infatti il nome suggerisce la modalità, in quanto accade che il posizionamento dei piedini della barriera avvenga tra il materasso e il telaio del letto.

Quello che si innesca è dovuto al peso del materasso stesso, esso tiene in piedi la barriera, in modo compatto e saldo. Semplicemente si sfrutta il meccanismo del contrappeso.

Per coloro che preferiscono avere una maggiore sicurezza, soprattutto nel caso di un peso della persona maggiore, allora le sponde letto possono essere fissate con ganci appositivi e viti.

Si parla infine di un fissaggio manuale, quando vi è l’impiego di colla, viti, ganci.

Studentessa universitaria di Filosofia, amante della scrittura, della lettura e di tutto ciò che attiene all’uomo nelle sue varie sfaccettature. Ha lavorato alla correzione di articoli a carattere culinario e scientifico, e all’editing di parte di un testo di natura filosofica.

Back to top
menu
spondebarriereletto.it